Crea sito

VENERDI 13: STORIA DI UN GIORNO SFORTUNATO

Oggi è venerdì 13, ma perché proprio oggi dovrebbe essere un giorno sfortunato? Cosa ha di diverso rispetto a un martedì 18 o un giovedì 5? La risposta, come sempre, è nella storia.

La matrice di questo accoppiamento è sicuramente religiosa, venerdì è stato il giorno della crocifissione di Cristo e il 13 è il numero associato a Giuda, il traditore di Gesù.

Altro giorno sfortunato che la storia ricorda è il venerdì 13 ottobre 1307, simbolo e metafora di grande sciagura e sfortuna. Filippo IV di Francia, detto il Bello, fece arrestare i Templari. I cavalieri furono consegnati all’Inquisizione, mentre i loro beni furono confiscati.

In Scandinavia secondo un racconto del mito nordico, in una tarda versione apocrifa fortemente influenzata dal Cristianesimo, il malvagio Loki si unisce come tredicesimo convitato a un banchetto divino, e a causa delle sue macchinazioni ha luogo la morte del luminoso dio Balder.

Tornando alle credenze cristiane, venerdì è anche il giorno dell’inizio del Diluvio universale, della tentazione di Eva e della distruzione del tempio di Salomone.

Negli Stati Uniti difficilmente troverai un stanza di albergo con il numero 13.

Pazzia o superstizione? Anche in Italia non vogliamo essere da meno. Alitalia ha preferito togliere il 13 e il 17 dal numero dei posti sull’aereo.

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*